Asma e allergie possono rovinare una vacanza se chi ne soffre non prende le giuste precauzioni. Da Federasma e Allergie onlus arriva un decalogo per chi convive con questi disturbi, con i consigli personalizzati per una vacanza sicura.

In caso di allergia alimentare, in qualunque posto si vada per mangiare, è bene sempre chiedere informazioni sugli allergeni alimentari, sugli ingredienti e sulle eventuali contaminazioni tra gli alimenti. “È un diritto, e chi somministra cibi sfusi è obbligato a dare tutte le informazioni necessarie secondo la normativa europea”, ricorda la onlus. «Meglio ancora se si ha con sé un certificato medico (in italiano e in inglese) che certifica le nostre allergie», sottolinea la dottoressa Francesca Puggioni.

Chi invece è allergico al lattice deve assicurarsi che al personale sia comunicata la corretta gestione del trattamento degli alimenti senza guanti di lattice. E ancora segnalare quegli alimenti più frequentemente suscettibili di reattività crociata con l’allergia al lattice: avere con sé un elenco può aiutare.

Chi soffre di asma allergica deve prestare attenzione anche all’ambiente in cui andrà a riposare per verificare la presenza di fattori di rischio. Bene controllare il calendario delle fioriture per i pollini. A questi soggetti è più indicata una vacanza al mare mentre per gli allergici agli acari della polvere una vacanza è sicura se si va in montagna al di sopra dei 1500/1800 metri.

Cosa deve fare una persona che soffre di asma o allergie prima di partire in vacanza?

«Se il controllo allergologico o pneumologico risale a molti mesi prima o se dall’ultimo controllo sono comparsi sintomi nuovi, è meglio effettuare una visita di rivalutazione per fare il punto della situazione e ricevere i giusti consigli personalizzati».

Una visita dallo specialista è dunque fondamentale «per approfondire ogni argomento riguardante la propria salute. Per unire l’utile al dilettevole perché non approfittare delle vacanze per guadagnare in salute? Se si deve decidere che tipo di vacanza programmare o scegliere la località migliore per la salute è bene consultare il proprio medico».

Qualche consiglio particolare per chi soffre di asma o è allergico e va in vacanza all’estero?

«Soprattutto se si devono effettuare viaggi in aereo è consigliabile chiedere al proprio specialista di redigere un certificato in inglese con l’elenco dei farmaci da assumere o avere con sé per le emergenze con la specifica che sono farmaci salvavita o che devono essere assunti con regolarità. Una precisazione fondamentale per i farmaci in forma liquida in caso di viaggio in aereo».

Un consiglio valido per tutti, ricorda infine Federasma e Allergie onlus, è avere sempre con sé il farmaco di emergenza salvavita o il kit di adrenalina auto iniettabile.

Link all' articolo pubblicato su www.italiaatavola.net

Il Numero Verde di FederAsma e Allergie è attivo per Pazienti e famigliari.

Se hai una richiesta scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
un gruppo di medici, legali e altri professionisti volontari saranno a tua disposizione per aiutarti

puoi contattarci anche telefonando:
Numero Verde
dal lunedì al venerdì
dalle 9:00 alle 13:00

 

APP Diario dell'asma
App Diario dell'asma
Disponibile per Android e iOS
App RAPP
App RAP
Disponibile per Android e iOS
App Allergy Control
App Allergy Control
Disponibile per Android e iOS
Vai all'inizio della pagina