E’ con grande gioia che ARI-AAA3 ONLUS insieme alla propria federazione, FederAsma e Allergie Onlus, annuncia l’emanazione del decreto della istituzione in Sicilia della REAP, Rete per l’Emergenza Allergologica Pediatrica.
La R.E.A.P., RETE EMERGENZE ALLERGOLOGICHE PEDIATRICHE, nasce dalla necessità di costruire una rete di protezione intorno al Bambino a Rischio di anafilassi per reazione allergica od a rischio di reazione asmatica grave, condizioni che possono risolversi in modo infausto nel giro di pochissimi minuti se non si interviene in tempo e con la realizzazione di misure idonee in ogni ambiente di vita del bambino: casa, scuola, luoghi ricreativi.


Alla base della tessitura di tale rete è l’adozione di una tessera, la Baby Allergy Card, da acquistare con i fondi resi disponibili dell’Associazione ARI - AAA3 Onlus, aderente a FederAsma e Allergie Onlus - Federazione Italiana Pazienti, munita di un numero identificativo, funzionale a creare l’immediato inserimento di tutti i dati utili del Bambino a Rischio in un’anagrafe informatica, Registro Regionale dell’anafilassi e dell’asma grave e delle reazioni allergiche gravi nell’infanzia, istituito presso il Dipartimento Osservatorio Epidemiologico (DASOE) mediante un rapporto di convenzione tra ARI-AAA3 ONLUS - FederAsma e Allergie Onlus, gli Istituti IBIM e ITD del CNR - Palermo e l’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia. Tale inserimento determinerà la creazione di un sistema di presa in carico, ad opera del 118 e delle strutture ospedaliere individuate.
Per strutturare tale presa in carico si rende necessario determinare un percorso diagnostico, terapeutico ed assistenziale che, organizzato in un sistema di HUB e SPOKE, sia utile ad individuare il Bambino a rischio di anafilassi per reazione allergica o a rischio di attacco d’asma o di reazioni allergiche gravi, ed indirizzarlo verso l’inserimento nella R.E.A.P. attraverso:

- la concessione della Baby Allergy Card;
- l’inserimento dei dati utili del Bambino a Rischio nel Registro Regionale dell’anafilassi e dell’asma grave e delle reazioni allergiche gravi nell’infanzia;
- l’attribuzione del piano terapeutico (allegato 1) e del kit di emergenza;
- la predeterminazione del percorso di emergenza da parte del 118;
- la presa in carico del Bambino a Rischio da parte della struttura ospedaliera individuata per il Follow-up.

Con il contributo di ARI-AAA3 ONLUS, Associazione per la ricerca in materia di Allergia Asma Ambiente e FEDERASMA E ALLERGIE ONLUS - Federazione Italiana Pazienti, verranno realizzati incontri di sostegno alle famiglie del Bambino a Rischio e campagne informative e formative nelle strutture scolastiche, sportive e di accoglienza (ristoranti, hotels, etc…) utili tutti ad assicurare, oltre alla rete di sicurezza nell’emergenza, un’interazione dinamica tra le condizioni di salute del Bambino a Rischio ed i fattori ambientali, familiari e personali in cui egli vive, fattori in grado di influenzare enormemente la sua qualità di vita e il suo grado di disabilità.

[wpdm_package id='899']

Il Numero Verde di FederAsma e Allergie è attivo per Pazienti e famigliari.

Se hai una richiesta scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
un gruppo di medici, legali e altri professionisti volontari saranno a tua disposizione per aiutarti

puoi contattarci anche telefonando:
Numero Verde
dal lunedì al venerdì
dalle 9:00 alle 13:00

 

APP Diario dell'asma
App Diario dell'asma
Disponibile per Android e iOS
App RAPP
App RAP
Disponibile per Android e iOS
App Allergy Control
App Allergy Control
Disponibile per Android e iOS
Vai all'inizio della pagina