COS’È L’ORTICARIA?

L’orticaria è tra le più frequenti e comuni forme di malattie dermatologiche.

È caratterizzata dalla comparsa di pomfi (arrossamenti rilevati della cute) di colore rosso-rosa, di forma e grandezza variabile, da piccole lesioni ad ampi elementi figurati, più o meno numerosi (possono interessare una parte o tutto il corpo), pruriginosi, a insorgenza quotidiana o a episodi ricorrenti, di durata variabile da una o più ore.

Le manifestazioni dermatologiche di natura allergica sono numerose: dalle dermatiti agli eczemi fino all’orticaria di origine allergica. Alcune manifestazioni cutanee possono inoltre mimare una patologia allergica, sebbene abbiano una patogenesi diversa e richiedano anche un approccio diagnostico-terapeutico specifico. Per questo è importante che ogni persona riceva una diagnosi esatta e tempestiva nel più breve tempo possibile.

Come posso riconoscere i sintomi dell’orticaria?

L’orticaria è caratterizzata dall’insorgenza di pomfi e/o prurito. Altre volte le lesioni sono caratterizzate da una improvvisa e pronunciata tumefazione dello strato sottocutaneo (angioedema). In questo caso le lesioni possono essere dolorose piuttosto che pruriginose; è possibile una localizzazione a livello delle mucose e la loro risoluzione è più lenta rispetto al pomfo urticaroide, potendo avvenire entro 24-72 ore.

Spesso i due quadri sono associati e costituiscono la cosiddetta sindrome orticaria-angioedema.

In corso di orticaria possono manifestarsi anche altri sintomi extra cutanei: stanchezza, cefalea, dolori articolari, dolori addominali, nausea e malessere generale.

 

Cosa può scatenare l’Orticaria?

L’orticaria è determinata da numerosi agenti che possono agire isolatamente o cooperare tra di loro, facilitando così la comparsa delle manifestazioni cutanee.

 

Possibili fattori responsabili di Orticaria sono:

• Farmaci ed additivi di farmaci

• Alimenti

• Additivi alimentari

• Agenti fisici (caldo, freddo, radiazioni solari, pressione)

• Sostanze chimiche agenti per contatto

• Agenti biotici

• Infezioni batteriche e virali

• Infezioni parassitarie

• Malattie internistiche

• Malattie Autoimmuni

 

Cosa posso fare per capire se sono colpito da orticaria?

In attesa di consigli più specifici da parte del medico:

• Indossa abiti larghi e leggeri: i pomfi a volte tendono a verificarsi in zone del corpo sottoposte a pressione locale, dovuta agli abiti stretti e aderenti.

• Mantieni l’ambiente fresco: l’orticaria tende ad insorgere in condizioni più calde. Per esempio, puoi tenere la camera da letto fresca durante la notte.

• Bevi molta acqua, prediligi bagni rinfrescanti ed evita di esporre la pelle alla luce solare nelle ore più calde.

• Scatta delle fotografie delle eruzioni cutanee e della loro evoluzione per mostrarle allo specialista.

• Scrivi un diario dove annotare giornalmente: i cibi e le bevande che ingerisci, i farmaci che assumi, particolari episodi di stress, lo stato della tua salute, animali con cui entri in contatto e tutto ciò che ritieni possa aver contribuito a scatenare la reazione urticaroide.

• Tieni inoltre traccia delle informazioni sulla comparsa dei sintomi dell’orticaria cronica spontanea: “Orticaria APP” può ora aiutarti a monitorarli e a discuterne con il tuo medico.

Il Numero Verde di FederAsma e Allergie è attivo per Pazienti e famigliari.

Se hai una richiesta scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
un gruppo di medici, legali e altri professionisti volontari saranno a tua disposizione per aiutarti

puoi contattarci anche telefonando:
Numero Verde
dal lunedì al venerdì
dalle 9:00 alle 13:00

 

APP Diario dell'asma
App Diario dell'asma
Disponibile per Android e iOS
App RAPP
App RAP
Disponibile per Android e iOS
App Allergy Control
App Allergy Control
Disponibile per Android e iOS
Vai all'inizio della pagina