3. Dispositivi per il trattamento farmacologico

Inalatori-per-lasmaAssumere farmaci antiasmatici per via inalatoria è un’operazione apparentemente semplice. In realtà non è così. A volte il paziente presenta riacutizzazioni dei sintomi che non trovano spiegazione “logiche”, solo perché non ha seguito bene le prescrizioni del medico o non ha saputo prendere i farmaci in modo corretto. Gli errori che si possono commettere sono numerosi e a volte possono essere anche pericolosi. Per questo è quanto mai importante che il paziente sia istruito correttamente dal medico (o da altro personale sanitario) a conoscere i farmaci che deve prendere e ad usare correttamente i dispositivi per la loro somministrazione. In questo fascicolo si forniscono le indicazioni utili per la comprensione dei vari dispositivi e le modalità per il loro uso.

Dispositivo per l’inalazione dei farmaci antiasmatici

L’asma è una malattia cronica che alterna periodi di remissione a periodi di attività della malattia. La cura è comunque regolare e continua per molti anni, spesso per tutta la vita. Esistono cure efficaci che, seppure non consentono di guarire, permettono nella maggior parte dei casi di condurre una vita normale. Il problema di “come” utilizzare i trattamenti farmacologici disponibili è molto importante. Il successo della terapia è infatti fondamentalmente legato all’accettabilità da parte del paziente della sua malattia, delle prescrizioni mediche ed al grado di aderenza e costanza nel tempo.

Non è sempre facile districarsi nel labirinto dei dispositivi esistenti

Ne esistono vari tipi, diversi per forma, colore, modalità d’uso, ecc. A volte inoltre il paziente assume più farmaci, che possono essere erogati ognuno con diverso dispositivo. L’efficacia del trattamento dipende dunque dalla capacità del paziente di assumere i farmaci in modo corretto e di riuscire a farlo costantemente nel corso del tempo.

I farmaci antiasmatici vengono in genere somministrati per via inalatoria

La somministrazione dei farmaci per via inalatoria è da preferirsi perché in tal modo i farmaci vengono erogati direttamente nei bronchi. A differenza della terapia per via sistemica, la via inalatoria consente al farmaco di giungere direttamente nelle vie aeree degli esseri umani e non indirettamente tramite il sangue come quando il farmaco viene preso per bocca. La somministrazione “locale” dei farmaci ha molti vantaggi:
- garantisce una velocità di azione estremamente elevata per alleviare i sintomi: il paziente può stare meglio entro una o due minuti dall’inalazione
- permette un trattamento efficace con dosi minori rispetto alla somministrazione orale.

Modalità di somministrazione

Attualmente i farmaci antiasmatici per via inalatoria possono essere somministrati nel modo seguente, tramite:
- gli aerosol predosati in bombolette spray, da usare preferibilmente con il distanziatore
- gli autoinalatori
- gli erogatori di polvere
- i nebulizzatori

Gli aerosol predosati in bombolette spray

AerosolL’aerosol predosato in bomboletta spray è un sistema di somministrazione per via inalatoria, presurrizzato, tascabile e portatile. Questo sistema eroga dosi terapeutiche precise, riduce molto il rischio di effetti collaterali e permette un sollievo terapeutico immediato. Chi ha l’asma si sente libero di svolgere molte attività. Sapendo che, qualora il suo respiro andasse in crisi, ha a portata di mano il farmaco di pronto sollievo. La funzione di base dell’aerosol predosato in bomboletta spray e l’erogazione costante della stessa quantità di farmaco sotto forma di una nebbiolina molto fine. Questo permette la deposizione del farmaco nei bronchi anche di più piccolo calibro.

Come usare la bomboletta spray

1. Togliere il cappuccio e agitare la bomboletta.
2. Mettersi in piedi e buttare fuori l’aria.
3. Porre l’inalatore in bocca o di fronte ad essa. Inspirare e premere la bomboletta continuando ad inspirare lentamente e profondamente.
4. Trattenere il respiro contando fino a 10. Espirare l’aria.

Distanziatori o spaziatori

Una terapia per via inalatoria è efficace solo se il farmaco raggiunge il luogo dove deve agire cioè i bronchi.
I distanziatori, interponendosi fra l’uscita dell’inalatore e la bocca del paziente, determinano una diminuzione della velocità delle particella del farmaco, grazie alla resistenza dell’aria, e diminuiscono le dimensioni delle particelle.
Le particelle del farmaco si depositano meno nelle prime vie aeree e raggiungono in maggior quantità i bronchi. Sono raccomandati distanziatori di volume relativamente grande.

Come usare un distanziatore (spaziatore)

L’uso di un distanziatore migliora e facilita l’inalazione dello spray.
Ci sono diversi tipi di distanziatori, a boccaglio o a mascherina, utilizzabili a seconda dell’età dell’asmatico.
La trasparenza del distanziatore permette di accertarsi che la dose sia erogata.
1. Agitare l’inalatore ed applicarlo al distanziatore.
2. Espirare.
3. Fare uno spruzzo della medicina nel distanziatore.
4. Inspirare lentamente e trattenere il respiro per 10 secondi.
5. Espirare.
6. Ripetere l’inspirazione senza spruzzare altro farmaco.

Gli autoinalatori

Guida-inalatore-300x200Gli aerosol predosati in bombolette spray azionati respirando, invece, si azionano automaticamente quando il paziente inspira.
L’inalatore automatico è un altro tipo di aerosol in bomboletta spray. La bomboletta non deve essere premuta perché l’inalatore entra in funzione automaticamente quando il paziente inspira con sufficiente forza. Questo però può essere difficile durante una crisi asmatica grave.

Gli erogatori di polvere

Erogatori_polvereCome gli aerosol predosati in bombolette spray, gli erogatori di polvere sono dispositivi di erogazione piccoli e portatili che somministrano dosi misurate e ridotte di farmaco direttamente nei bronchi. Negli erogatori di polvere, il farmaco è contenuto come polvere secca. Gli erogatori di polvere non sono pressurizzati e la dispersione e l’erogazione delle particelle di farmaco dipendono esclusivamente dalla capacità inspiratoria del paziente. Il paziente appoggia le sue labbra su un boccaglio dell’erogatore ed inala con rapidità e forza. La forza di inspirazione solleva le particelle di farmaco al di fuori della camera contenitrice e le porta, per mezzo del dispositivo, in bocca e giù nelle vie aeree. Il paziente non deve coordinare il rilascio del farmaco con la manovra inalatoria.

Nebulizzatori

aerosol-nebulizzatoriUsando ultrasuoni od aria compressa, i nebulizzatori trasformano la soluzione o la sospensione acquosa contenente le particelle del farmaco in una nube di aerosol che viene inalata dal paziente. L’uso dei nebulizzatori è in genere limitato al trattamento delle crisi asmatiche negli ospedali ed al trattamento di bambini piccoli e di alcuni pazienti anziani. La maggior parte dei nebulizzatori in circolazione sono grandi, costosi, ingombranti e rumorosi. Molti richiedono una fonte di energia elettrica. I nebulizzatori erogano generalmente un’unica dose ad alto volume. I maggiori inconvenienti dei nebulizzatori sono:
- tempo necessario per la somministrazione del farmaco
- difficoltà nell’assemblare il dispositivo e riempirlo con la soluzione per il nebulizzatore.
L’assemblaggio e la somministrazione possono richiedere 10-20 minuti, un lasso di tempo che può essere troppo lungo per una persona il cui respiro è gravemente in crisi. I nebulizzatori rimangono accesi continuamente mentre il paziente inala, fa delle pause, espira, e ripete il ciclo numerose volte. Fino a due terzi del farmaco possono disperdersi nell’atmosfera mentre il paziente espira o fa delle pause. A causa del potenziale pericolo di contaminazione batteria, i nebulizzatori debbono essere smontati e puliti dopo ogni uso.

Come eseguire correttamente la nebulizzazione

- lavarsi le mani prima di preparare l’apparecchio
- versare la quantità prescritta di farmaco nell’ampolla nebulizzatrice< br /> - aggiungere la soluzione fisiologica
- applicare la maschera ben aderente al viso, o stringere bene il boccaglio fra le labbra
- nebulizzare completamente la soluzione o la sospensione (di solito sono necessari da 5 a 10 minuti a seconda del tipo di apparecchio)
- lavare il viso al termine dell’inalazione - lavare la maschera e l’ampolla con acqua tiepida

Nota

La maschera, il tubo e l’ampolla vanno sostituiti regolarmente (di solito ogni mese).

Uso dei dispositivi per il trattamento farmacologico dell’asma del bambino

Gli stessi sistemi di somministrazione vengono usati nei bambini di età inferiore a 5 anni.

Gli aerosol predosati in bombolette spray

Aerosol-sprayL’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che: “In termini di facilità di somministrazione, disponibilità ed efficacia l’aerosol predosato in bomboletta spray e distanziatori possono essere i metodi più appropriati per somministrare i farmaci per via inalatoria ai bambini in età scolare ma anche più piccoli sia a casa sia negli ambulatori”. L’uso dell’aerosol predosato in bomboletta spray anche per i neonati si è diffuso recentemente grazie all’introduzione di distanziatori a piccolo volume progettati specificamente per questa fascia di età. La presenza di una maschera aiuta i bambini piccoli che non accettano e non riescono ad utilizzare correttamente il boccaglio, per cui è indispensabile la presenza di una maschera a tenuta stagna che ricopra il naso e la bocca.

Gli erogatori di polvere

L’impiego degli erogatori di polvere generalmente non si raccomanda per i bambini in bassa età, principalmente perché i bambini piccoli non sono in grado di generare un flusso inspiratorio sufficiente per far disgregare la polvere e per portare il farmaco nei polmoni. Il loro impiego invece è possibile quando i bambini piccoli possono svolgere le manovre meccaniche necessarie per l’uso dell’erogatore.

I nebulizzatori

I nebulizzatori a volte vengono ancora usati nei bambini piccoli.

Il Numero Verde di FederAsma e Allergie è attivo per Pazienti e famigliari.

Se hai una richiesta scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
un gruppo di medici, legali e altri professionisti volontari saranno a tua disposizione per aiutarti

puoi contattarci anche telefonando:
Numero Verde
dal lunedì al venerdì
dalle 9:00 alle 13:00
Il nostro numeroverde 800123213 sarà riattivato nelle prossime settimane. Ci scusiamo per il disservizio e in attesa che venga ripristinata la linea potete continuate a scriverci all'indirizzo e-mail o contattarci ai seguenti numeri:
0574 1821033  - 392 7498026 potete inviarci un sms indicandoci numero di tel e orario e vi richiameremo il prima possibile.

 

APP Diario dell'asma
App Diario dell'asma
Disponibile per Android e iOS
App RAPP
App RAP
Disponibile per Android e iOS
App Allergy Control
App Allergy Control
Disponibile per Android e iOS
Vai all'inizio della pagina