11. Reazioni allergiche

Mentre la percezione di una patologia correlata all'ingestione di cibo interessa più del 20% della popolazione la prevalenza di Allergia Alimentare si aggira intorno all' 8% nei bambini sotto i tre anni di vita e al 2-6% della popolazione adulta. L'immaturità del sistema immunitario e dei processi digestivi può rendere ragione del fatto che la maggioranza degli episodi di allergia alimentare avviene in età pediatrica. Tutte le situazioni in grado di provocare un danno alla mucosa intestinale sono da considerare delle condizioni favorenti la sensibilizzazione e la reazione allergica. Le reazioni allergiche agli alimenti IgE-mediate hanno generalmente un esordio acuto e possono interessare diversi organi e apparati, la forma estrema di reazione allergica è lo shok anafilattico, quelle ad andamento subacuto o cronico interessano con maggiore prevalenza la cute (Dermatite Atopica) e l'apparato gastrointestinale. Particolare attenzione deve essere posta a soggetti con pregressa storia di anafilassi in quanto l'allergia alimentare si differenzia da altri tipi di allergia perché l'ingestione, anche di quantità minime dell'alimento può essere letale.

Reazioni Avverse ai Farmaci (RAF)

Le reazioni avverse ai farmaci sono una patologia ad alto impatto socio-economico e costituiscono un fenomeno in costante aumento anche in relazione all'aumentato consumo di farmaci. Ad oggi nel nostro paese non esistono dati epidemiologici certi a causa della difficoltà di fare una precisa diagnosi causale, della scarsità di mezzi diagnostici predittivi validati e delle mancate segnalazioni alle autorità sanitarie. Le RAF si distinguono in prevedibili e non prevedibili, queste ultime costituiscono circa il 25% di tutte le RAF. Alcuni dei principali quadri clinici ad esse attribuibili sono: Shock, orticaria-angioedema, broncospasmo, rino-congiuntivite, eczema da contatto o eczema generalizzato. Tra i farmaci più frequentemente in gioco vi sono gli antibiotici, in particolare le penicilline e derivati, i farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS), come l'aspirina, o i piramidonici, alcuni anestetici. Nei paesi occidentali si calcola che il 10-15% dei pazienti ospedalizzati va incontro a RAF di cui il 6,7% sono da considerare reazioni gravi o mortali. I ricorsi in Pronto Soccorso sono ascrivibili a RAF con percentuali tra il 3,1-6,2% e sono oltre il 12% i casi di reazione a mezzi di contrasto iodati. Negli USA i decessi causati da RAF sono stati 3,2/1000 pazienti ospedalizzati, mentre in Danimarca sono stati 6/milione/anno.

Reazioni Allergiche a punture di Imenotteri

Le reazioni avverse al veleno degli imenotteri sono manifestazioni locali o sistemiche che si verificano in soggetti geneticamente predisposti dopo l'iniezione di veleno da parte di questi insetti (Api, Bombi, Vespe, Polistes, Calabroni), la puntura di imenotteri può causare reazioni anche fatali. Sono a maggior rischio gli apicoltori e i loro familiari, gli agricoltori, i giardinieri ed in generale i lavoratori all'aria aperta. I soggetti con reazioni locali estese hanno un rischio del 5% di avere una reazione sistemica alla successiva puntura (Mauriello PM e altri Allergy Clin Immunol 1984;74:494). I soggetti con reazioni sistemiche hanno un rischio del 50% di reazione sistemica alla successiva puntura, con gravità pari o superiore. I dati epidemiologici sono scarsi a causa della mancanza di specifici studi epidemiologici e della mancata denuncia dei casi. La prevalenza di reazioni sistemiche rilevate al Pronto Soccorso in Italia è tra 0,6 e 4,4% / 100.000 abitanti/anno (Fonte: SIAIC - Società Italiana Allergologia e Immunologia Clinica). Casi fatali nel mondo (sicuramente sottostimati) tra 0,09 e 0,45 / milione di abitanti /anno.

 

Il Numero Verde di FederAsma e Allergie è attivo per Pazienti e famigliari.

Se hai una richiesta scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
un gruppo di medici, legali e altri professionisti volontari saranno a tua disposizione per aiutarti

puoi contattarci anche telefonando:
Numero Verde
dal lunedì al venerdì
dalle 9:00 alle 13:00
Il nostro numeroverde 800123213 sarà riattivato nelle prossime settimane. Ci scusiamo per il disservizio e in attesa che venga ripristinata la linea potete continuate a scriverci all'indirizzo e-mail o contattarci ai seguenti numeri:
0574 1821033  - 392 7498026 potete inviarci un sms indicandoci numero di tel e orario e vi richiameremo il prima possibile.

 

APP Diario dell'asma
App Diario dell'asma
Disponibile per Android e iOS
App RAPP
App RAP
Disponibile per Android e iOS
App Allergy Control
App Allergy Control
Disponibile per Android e iOS
Vai all'inizio della pagina