FAeA MAeR Alle

4. Allergie alle punture di imenotteri

Le più frequenti sono quelle provocate dalle vespe, dalle api o dai calabroni. Possono indurre reazioni pericolose e talvolta perfino mortali.
In un bambino sensibilizzato al veleno di imenotteri, in caso di puntura, è necessario intervenire immediatamente seguendo alla lettera le prescrizioni del medico curante.

Campanelli d’allarme e sintomi
L’asma nei bambini si manifesta con episodi (crisi) di mancanza di respiro e tosse accompagnati da sibili o fischi che provengono dal torace. Durante l’attacco d’asma il bambino è inquieto, avverte a volte un senso di costrizione toracica che può rendere la respirazione molto difficoltosa, si sente soffocare, ha l’impressione che gli manchi l’aria ed in genere è spaventato.

Tosse
Talora l’asma può manifestarsi anche solo con una tosse stizzosa e persistente che può infastidire tutta la classe.
Molto spesso il bambino sente il bisogno di espettorare. La tosse e l’espettorato dei soggetti asmatici non sono contagiosi.

Gli insegnanti, ed in particolare gli insegnanti di educazione fisica, possono aiutare ad individuare i casi di asma da sforzo non diagnosticata segnalando i bambini che, dopo l’attività fisica, hanno tosse intensa e/o respiro sibilante.

Prurito, rossore cutaneo,pelle secca o gonfia
Sono tutti possibili segni di allergie da tenere in considerazione.

Assenze
Discutere con i genitori i motivi per cui il bambino asmatico fa lunghe o ripetute assenze per disturbi respiratori. Questo è un indice che la malattia non è sotto controllo.

Rendimento
I problemi che principalmente incidono sul rendimento scolastico del bambino asmatico e allergico sono la conseguenza di:
a) assenze, soprattutto nei periodi invernali che coincidono con quelli di maggiore attività
scolastica, a causa di riacutizzazioni,
b) sonno disturbato a causa dei sintomi notturni,
c) presenza di sintomi in classe (per esempio tosse)
d) crisi asmatica e frequenza delle crisi, anche a scuola
e) effetti collaterali dei farmaci.

Il bambino, molto spesso, durante le ore di scuola a causa della malattia può apparire insofferente, distratto, svogliato, cronicamente stanco.
Questa apparente mancanza di interesse per lo studio deve essere correttamente valutata, dato che può significare che la malattia non è sotto controllo e necessita di un eventuale intervento medico. Il bambino in queste condizioni deve ricevere il necessario sostegno pedagogico affinché la malattia non interferisca con il suo normale apprendimento.

 

3. Allergie alimentari

La sintomatologia provocata dall’allergia o intolleranza alimentare è molto varia e può riguardare l’apparato respiratorio (asma e rinite), la cute (orticaria e dermatite), l’apparato gastroenterico, fino a reazioni generalizzate sistemiche e a shock anafilattico.

L’incidenza delle allergie ed intolleranze alimentari è in continuo aumento. I principali alimenti che causano allergie sono latte, uovo, arachidi, pesce, grano e soia.

Gli alimenti o i prodotti che causano le reazioni vanno eliminati dalla dieta. Il bambino può essere esposto ad allergie alimentari non solo in mensa, ma anche durante le esercitazioni pratiche in cui si utilizzano gli alimenti o durante l’intervallo in cui ci potrebbe essere scambio di alimenti tra i bambini.

La lista scritta degli alimenti potenzialmente pericolosi deve essere portata a conoscenza degli insegnanti, del personale scolastico e del personale della mensa, che devono tutti essere correttamente informati delle conseguenze anche gravi dell’uso di un minimo ingrediente nocivo e delle eventuali possibili contaminazioni.

E’ infatti indispensabile evitare anche il minimo contatto con i fattori allergizzanti conosciuti. Deve sempre essere possibile determinare la composizione degli alimenti preparati dalle mense e di quelli messi a disposizione dai distributori automatici. Qualsiasi prodotto che non riporti la denominazione esatta di tutti i componenti deve essere scartato, come stabilito dalla normativa vigente, Regolamento UE n. 1169 del 2011, in vigore dal 13/12/2014.

  • Etichettatura Alimenti Lettera

    Download

    Per scaricare bisogna fornire un indirizzo email valido:

    Scarica... ×

Scarica la lettera

Scarica la lettera

6. Allergie ai mezzi di contrasto

5. Allergie ai farmaci

 

 

2. Allergie cutanee

Le allergie cutanee più frequenti sono la dermatite, l’orticaria e l'angioedema.
La dermatite può essere di due tipi:

Dermatite da contatto

Compare solo sulla parte del corpo che viene a contatto con la sostanza non tollerata (per es. dermatite da nichel).

Dermatite atopica

Colpisce soprattutto il bambino piccolo e si localizza generalmente alle guance,piega del gomito,parte interna del polso e del ginocchio. Non è una malattia contagiosa. Talora la pelle presenta vescicole, croste, diventa rossa, sudata o secca e si desquama. Inoltre, il prurito è in genere molto forte, il bambino si gratta e ciò può causare lesioni cutanee persistenti. Questi bambini sono frequentemente irritabili ed hanno tendenza ad isolarsi, anche perché il loro aspetto spesso non è accettato dagli altri.

 

Orticaria

È un’infiammazione della cute che assomiglia, come dice il nome, alla reazione che ha la pelle quando ci si punge con le ortiche. La cute diventa edematosa (gonfia) e brucia, è calda, pizzica e la superficie delle lesioni, intensamente pruriginose, ricorda le punture di zanzare (pomfi).

Angioedema

È un gonfiore che interessa gli strati profondi della cute o delle mucose visibili, specialmente a livello del viso. Può risultare pericoloso quando raggiunge la gola e nei casi più gravi può provocare difficoltà respiratorie.

Il Numero Verde di FederAsma e Allergie è attivo per Pazienti e famigliari.

Se hai una richiesta scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
un gruppo di medici, legali e altri professionisti volontari saranno a tua disposizione per aiutarti

puoi contattarci anche telefonando:
Numero Verde
dal lunedì al venerdì
dalle 9:00 alle 13:00

 

APP Diario dell'asma
App Diario dell'asma
Disponibile per Android e iOS
App RAPP
App RAP
Disponibile per Android e iOS
App Allergy Control
App Allergy Control
Disponibile per Android e iOS
Vai all'inizio della pagina